italiano | english

Salute

Calzature fisiologiche

 

L'importanza della salute del piede

L'attenta osservazione di due gambe in movimento fa rilevare l'esistenza di una sinergia funzionale tra muscoli, nervi e ossa al fine di permettere, oltre alla locomozione, il buon funzionamento di molte altre funzioni vitali, tra le quali si evidenzia quella del sistema veno-linfatico.
Questi due sistemi, per la loro particolare situazione anatomica, lavorano quasi sempre contro la gravità, per cui hanno necessità di una spinta periferica che favorisca il deflusso dei liquidi. Per questo compito viene impiegato il piede, una perfetta struttura che sopporta tutto il peso del corpo e su cui gravano quasi tutti gli sforzi della giornata, soprattutto in quelle persone che si sottopongono a lunghi periodi in posizione eretta o ad attività fisiche particolarmente faticose. Il piede svolge molteplici funzioni, come l'azione di sostegno di tutto il corpo favorendone la stazione eretta, permette il migliore adattamento al terreno, offre una funzione di spinta durante la deambulazione ed agisce come vero cuore periferico. Le vene ed i vasi del sistema linfatico degli arti inferiori lavorano spingendo la linfa ed il sangue verso l'alto, senza poter usufruire della diretta spinta di una pompa pulsante come il cuore (anche se in verità questo fa sentire la sua azione soprattutto in fase di aspirazione diastolica).
Ecco allora che il piede si pone come valido supporto a questa importante funzione circolatoria, comprimendo le proprie strutture vascolari, a condizione però che sia sano, integro e che lavori bene. Nella pianta del piede, in quella parte direttamente a contatto con il terreno, esiste la soletta di Lejars, rappresentata da una specie di spugna adiposa sottocutanea che racchiude la trama di minuscoli vasi (arteriole, venule e laghi venosi) che costituiscono una piccola riserva di sangue che ad ogni passo viene spinto verso l'alto.
a. Vena safena piccola
b. Vena safena grande
c. Rete dorsale delle vene del piede e arco venoso dorsale del piede
d. Rete venosa della pianta
e. Nervo peroneo sup.
f. Nervo cutaneo dors. med.
g. Nervo peroneo prof.
h. Nervo surale
i. Nervo safeno

 

 
Le indagini effettuate nei laboratori di ricerca specializzati sanaGens hanno evidenziato come molti disturbi quali stanchezza, malessere e cattiva circolazione derivino dalle calzature ed hanno portato ad individuare la soluzione d'appoggio ideale nella suoletta anatomica "sanaGens Passoflex" in lattice di gomma naturale; una suoletta creata appositamente per assecondare la circolazione e interagire attivamente con la naturale fisiologia del piede.
Fasi del ciclo del passo a piede nudo La realizzazione tecnologica del plantare anatomico morbido a celle d’aria espanse, mediatore del carico

 

La calzata e la forma

Per rispettare concretamente il comfort e le misure del piede, le calzature sanitarie sanaGens sono classificate in base alla Calzata. Ogni piede, oltre alla lunghezza, possiede una circonferenza: la Calzata (punto più largo del piede passando sopra il collo del piede). Le collezioni sanaGens sono progettate con diverse forme, con un'ampiezza di pianta e di calzata differenti, e sono studiate per accogliere sia il piede normale che quello deformato da patologie artrosiche o edemi importanti. I morbidi pellami ed i modelli in calzata 8 ½ contengono i piedi edematosi anche più gravi senza costringere il collo del piede e, quindi, il drenaggio dorsale. A questo proposito sono state individuate 3 grandi famiglie:

  • - Preventive calzata 6 M - 6 ½ ML (Media - Media Large)
  • - Piedi delicati calzata 7 L (Large)
  •  
  • - Piedi affaticati o alluce valgo calzata 7 ½ SC - 8 XC - 8 XL
    (Super confort - Extra confort - Extra Large)


 

CALZATA 6 – MEDIA

Calzata da consigliare a chi vuole camminare senza affaticare il piede e non ha nessun tipo di disturbo. Per piedi snelli e sani. Forme preventive eleganti

 

CALZATA 6 ½ - MEDIO LARGE

La calzata 6 ½ M.L. è adatta apersone che hanno il piede leggermente ingrossato. La pianta della scarpa sarà sempre abbastanza larga, mentre le punte possono essere più o meno sfilate a seconda della forgia della forma stessa. I modelli realizzati su forme di calzate 6 ½ M.L. saranno sempre molto belli, eleganti, attuali.

 

CALZATA 7 – LARGE

Su questa calzata sono studiate forme per realizzare scarpe comode pur mantenendo una linea elegante ed un perfetto stile italiano. Possono essere calzate perfettamente da piedi ingrossati ed affaticati, conferendo loro eleganza e benessere.

 

CALZATA 7 ½ - SUPER COMODA

Su calzata 7 ½ S.C. sono realizzate le forme tradizionali sanaGens. Un perfetto equilibrio tra piede e scarpa. Una formula di razionalità. Su queste forme sono realizzate modellerie tradizionali sobrie e sempre di grande successo nelle vendite.

 

CALZATA 8 – EXTRA COMODA

LA Calzata 8 X.C. è rappresentata da FORME MOLTO CAPIENTI sulle quali vengono studiati e realizzati modelli particolari in considerazione di piedi ingrossati da disturbi circolatori o artritici. Gli ampi volumi non disturbano l’estetica.

 

CALZATE PER PIEDI CON ALLUCE VALGO

Nelle calzate 6 ½ M.L. – 7 L – 7 ½ S.C. – 8 X.C. – 8 ½ X.L. sono state studiate anche forme per realizzare modelli particolarmente indicati a chi è affetto da alluce valgo, le caratteristiche di queste calzate rimangono le stesse già indicate, in più è previsto uno spazio per alloggiare la “nocetta”.

Con queste delucidazioni sul tema della calzata, desideriamo semplicemente informarVi che tutto ciò è il risultato di molte ricerche del nostro centro studi, dove medici ortopedici e tecnici calzaturieri hanno potuto mettere a frutto tanta esperienza per realizzare prodotti importantissimi quali sono le calzature sanaGens. La conferma di aver realizzato qualche cosa di concreto e di importante ci viene dalle centinaia di lettere che ci giungono per ringraziarci di aver trovato nella sanaGens una risposta ad una esigenza irrinunciabile.
La calzata è il rapporto tra lunghezza e circonferenza del piede.  
Quando la punta della scarpa è troppo stretta, la pianta del piede si contrae e la compressione può causare danni alle dita e al piede